ORDINE TSRM E PSTRP

Provincia di Bologna

Attività del tecnico di Neurofisiopatologia.

Tecnici di Neurofisiopatologia eseguono indagini neurofisiologiche in emergenza e di controllo su pazienti covid+ e sospetti covid.

Gli esami vengono svolti dal tecnico di neurofisiopatologia, direttamente a contatto col paziente per la registrazione dell’esame e la somministrazione delle opportune, stimolazioni. Spesso svolgono esami presso Pronto Soccorso, Terapia Intensiva, Sub Intensiva e reparti comunque dedicati all’assistenza per pazienti positivi alla SARS-Cov-2 e vengono eseguiti in emergenza, anche su pazienti non collaboranti e non in grado di utilizzare correttamente la mascherina. Si segnala il rischio di eseguire esami urgenti in pazienti asintomatici e con quesiti diagnostici relativi ad altre patologie ad esempio Stato di Male Epilettico, prima crisi epilettica, stato confusionale.

Sono sempre maggiori le evidenze scientifiche che riportano il coinvolgimento del sistema nervoso centrale e periferico nei pazienti covid+; pertanto gli esami richiesti e la conseguente esposizione del tecnico di neurofisiopatologia potrebbe aumentare in considerazione di una maggior comprensione dei meccanismi fisiopatologici che stanno alla base dell’aggravarsi del quadro clinico di alcuni pazienti.

A tutti i colleghi attualmente impegnati nelle registrazioni neurofisiologiche sia nel pubblico che nel privato va il personale ringraziamento della Commissione d’Albo dei tecnici di Neurofisiopatologia dell’Ordine di Bologna.

Dott. Gabriele Ricci
Presidente CdA Tecnico di Neurofisiopatologia Bologna

Leggi la nota Prot. 486/2020/N